Comune di Lizzanello

Dal Territorio

Ti trovi in: Home

imagesCAP0OQS2 smDOMANDA DI ASSEGNO NUCLEO FAMILIARE ai sensi della legge n°448 art.65, comma 4,del 23/12/98 art.74 D.Lgs 26/03/2001 n. 151 e successive modificazioni)  -  clicca qui;

 

 

 

 

tributiNegli ultimi anni il Legislatore nazionale ha previsto delle sostanziali modifiche alle imposte comunali sulla casa e relative all’erogazione dei servizi comunali e al servizio di raccolta, trasporto e smaltimento dei rifiuti solidi urbani. Queste modifiche si sono susseguite con frequenza e senza apparente soluzione di continuità, determinando un generale clima di incertezza normativa e informativa, della quale i primi a farne le spese sono i contribuenti.

L'Amministrazione comunale attraverso il Servizio Economico Finanziario - ufficio tributi si impegna per promuovere concrete iniziative per semplificare la comprensione e l’assolvimento degli impegni impositivi previsti in capo ai singoli contribuenti e fare chiarezza su tutte una serie di criticità emerse nell'ultimo periodo.

Per ulteriori chiarimenti, il personale dell'ufficio tributi è a disposizione dei cittadini nei seguenti orari:

mercoledì dalle ore 15,30 alle ore 18,00 e il venerdì dalle ore 10,00 alle ore 12,00 email Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.  

 
Mercoledì 15 Ottobre 2014 07:29

tempo bilanci - Delibera G.C. n. 114 del 26/09/2014: APPROVAZIONE SCHEMA DI BILANCIO ESERCIZIO FINANZIARIO 2014. RELAZIONE AL BILANCIO 2014, RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA BILANCIO PLURIENNALE 2014/2016 (clicca qui);

 

- Parere dell'Organo di revisione sulla proposta di Bilancio di Previsione 2014 e documenti allegati (clicca qui);

 

 

 

 

 

 

 

 

imu-tasi-tariDelibera del Consiglio Comunale n. 16 del 09/09/2014 Approvazione aliquote TASI (clicca qui) 

Delibera del Consiglio Comunale n. 15 del 09/09/2014 Approvazione piano finanziario e determinazione tariffe TARI (clicca qui) - allegati delibera TARI (clicca qui)

Delibera del Consiglio Comunale n. 14 del 09/09/2014 Approvazione regolamento IUC (clicca qui) - regolamento IUC

 

Imposta Unica Comunale (IUC) Componente TASI Tassa sui Servizi Indivisibili

La TASI è il nuovo tributo che sostituisce, dal 1° gennaio 2014, la maggiorazione TARES introdotta dal 1° gennaio 2013. Il tributo è diretto alla copertura dei costi dei servizi indivisibili, cioè i servizi erogati in favore della collettività la cui quantità non è misurabile singolarmente, ad esempio la pubblica illuminazione, la manutenzione stradale, il verde pubblico, la sicurezza locale, il servizio di protezione civile. Diversamente dalla maggiorazione TARES il nuovo tributo non è collegato alla superficie degli immobili, bensì al valore catastale dell'immobile, quindi con le stesse regole previste per l'imposta comunale sugli immobili ICI e per l'imposta municipale propria IMU. Riferimenti di legge: articolo 1, commi 639 e seguenti della legge 27.12.2013 n. 147 (legge di stabilità 2014 ) Presupposto impositivo: il possesso o la detenzione, a qualsiasi titolo, di fabbricati,e di aree edificabili, come definiti ai fini dell'IMU, ad eccezione dei terreni agricoli.

SCADENZE PER IL PAGAMENTO: 1^ RATA: entro il 16 ottobre 2^ RATA: entro il 16 dicembre

MODALITA' DI VERSAMENTO: Il contribuente provvederà al calcolo del nuovo tributo TASI in autoliquidazione come di consueto avviene per l’IMU, versando obbligatoriamente tramite il modello F24.

ALIQUOTE TASI ANNO 2014 Il Consiglio Comunale, con deliberazione n. 16 del 9 settembre 2014, ha stabilito le seguenti tariffe della TASI per il 2014:

1. aliquota del 0,80 per mille per tutti i fabbricati diversi dalle abitazioni principali e relative pertinenze e per le aree edificabili.

SERVIZIO PER I CITTADINI L’Ufficio Tributi rimane comunque a disposizione per qualsiasi chiarimento e/o informazione per il pagamento della TASI nei consueti orari e giorni di apertura al pubblico.

Lizzanello, 21/09/2014                                              L’Assessore al Bilancio e LL.PP. (Lino Gaetano Rizzo)

 

ART. 7 SOGGETTO PASSIVO DEL TRIBUTO

1. La TASI è dovuta da chiunque possieda o detenga a qualsiasi titolo le unità immobiliari assoggettabili al tributo. In caso di pluralità di possessori o di detentori, essi sono tenuti in solido all’adempimento dell’unica obbligazione tributaria. Nell’ipotesi di omesso parziale versamento della TASI dovuta da uno dei possessori dell’immobile, il relativo avviso di accertamento dovrà essere notificato ai possessori in relazione alla propria quota e, solo in caso di insolvenza da parte di uno di essi, potrà essere richiesta in via solidale agli altri possessori.

2. Nel caso in cui l’unità immobiliare soggetta al tributo sia occupata da un soggetto diverso dal titolare del diritto reale sull’unità immobiliare, quest’ultimo e l’occupante sono titolari di un’autonoma obbligazione tributaria. La misura della TASI posta a carico dell’occupante è del 30%. La restante parte è corrisposta dal titolare del diritto reale sull’unità immobiliare. All’unità immobiliare utilizzata come abitazione principale da un soggetto diverso dal titolare del diritto reale sull’unità immobiliare non si applica l’eventuale detrazione accordata dal Comune alle abitazioni principali.

3. In caso di locazione finanziaria, la TASI è dovuta dal locatario a decorrere dalla data della stipulazione e per tutta la durata del contratto; per durata del contratto di locazione finanziaria deve intendersi il periodo intercorrente dalla data della stipulazione alla data di riconsegna del bene al locatore, comprovata dal verbale di consegna.

4. In caso di detenzione temporanea di durata non superiore a sei mesi nel corso dello stesso anno solare, la TASI è dovuta soltanto dal possessore dei locali e delle aree a titolo di proprietà, usufrutto, uso, abitazione e superficie.

5. Nel caso di locali in multiproprietà e di centri commerciali integrati il soggetto che gestisce i servizi comuni è responsabile del versamento della TASI dovuta per i locali e le aree scoperte di uso comune e per i locali e le aree scoperte in uso esclusivo ai singoli possessori o detentori, fermi restando nei confronti di questi ultimi gli altri obblighi o diritti derivanti dal rapporto tributario riguardante i locali e le aree in uso esclusivo.

 

ART. 13 RISCOSSIONE DELLA TASI

6. L’importo minimo dovuto ai fini della TASI è pari ad € 2,00, da intendersi come tributo complessivo da versare su base annua sia dal possessore dell’immobile che dall’eventuale occupante, ovvero come quota dovuta dal solo occupante, in presenza di una pluralità di possessori non tenuti al versamento della TASI in quanto l’importo dovuto da ciascun possessore sia inferiore al minimo Se l’ammontare relativo alla prima rata non supera tale importo minimo, l’importo dovuto in acconto può essere versato cumulativamente con l’importo dovuto a saldo.